SALES

Da pizzeria d’asporto a delivery gourmet in tutta Europa: La storia di Alessandro Scuderi

Ciao a tutti e benvenuti all'interno di questa nuova video intervista.

Io sono Alberto Frisoni e oggi qui con me abbiamo un ospite speciale nel settore della ristorazione che è Alessandro Scuderi.

---

Alessandro: Benvenuti a tutti, ciao Alberto.

---

Grazie Alessandro per essere qua. Ho voluto portare questa video intervista per raccontare la storia di Alessandro perché secondo me può aiutare tantissimi imprenditori per capire come lui si è adattato a tutti i cambiamenti che abbiamo avuto nel mercato nell'ultimo anno e mezzo.

Raccontaci il tuo percorso

Alessandro: Allora, io parto anni fa facendo la classica escalation, parto da consegnatore di pizze, addetto alle farinate, pulivo i cassoni e poi ho incominciato a fare le pizze.

In questo frangente di tempo ho conosciuto un ragazzo che aveva una pizzeria d'asporto in Alessandria che aveva un progetto in Franchising, quindi stava per aprire il locale a Spinetta Marengo (AL).

Una pizzeria d'asporto che la presi 6 mesi in gestione e poi gliela comprai.

Ho iniziato così con la mia prima pizzeria d'asporto dieci anni fa che è andata molto bene e nel corso di questi anni ho passato molto tempo nello studio da autodidatta nel migliorare la mia professione e la qualità dei prodotti che offrivo.

Ad un certo punto non mi bastava più la pizzeria d'asporto e decido così di aprire un vero e proprio locale con i posti a sedere (70 posti), abbiamo fatto tre anni così e devo ammettere che i numeri che abbiamo ottenuto sono stati molto soddisfacenti.

Abbiamo avuto gente da tutte le parti d'Italia, Roma, Milano, Torino, Genova, etc...

Io ti ho conosciuto tramite il web, su Instagram hai dei numeri importanti, quanti followers hai ad oggi su questo canale?

Alessandro: Quasi 47.000 followers!

La tua qualità credo sia stata anche questa, creare un personaggio, un vero e proprio brand intorno alla tua pizzeria

Alessandro: diciamo che sono stato uno dei primi a credere nelle sponsorizzate di Facebook parecchi anni fa.

Quello che ci stai raccontando è importante. Lui ha intrapreso una strada diversa rispetto a tutto ciò che faceva il mercato.

Alessandro: si, diciamo che ho cercato di trovare un modo per differenziarmi perché la concorrenza nel mio settore è tanta e chi si differenzia raccoglie i frutti.

E senza ombra di dubbio il web da questo punto di vista mi ha dato una grande mano.

Se hai un prodotto buono e nessuno ti conosce non avrai grandi risultati, se hai un buon prodotto e sei in grado di comunicarlo e di farti conoscere allora inizi a vedere i risultati.

Raccontami invece cosa hai pensato quando ti sei trovato a Marzo 2020 e sei stato costretto a chiudere per colpa della Pandemia?

Alessandro: quel giorno me lo ricordo bene perché mi ha svegliato mia moglie dicendomi "dobbiamo rimanere chiusi".

Inizialmente un po' di paura che è durata qualche giorno...

...poi mi sono ripreso ed ho incominciato a fare l'unica cosa che potevamo fare a quel tempo.

La beneficenza.

Così abbiamo raccolto tutto quello che avevamo ed abbiamo incominciato a fare le pizze per l'ospedale di Alessandria, la Croce Rossa, la Croce Verde.

Finito il periodo di beneficenza che è durato diverse settimane, ho iniziato a pensare al futuro della nostra attività perché a quanto pare questa Pandemia sarebbe durata più di quanto si pensasse inizialmente.

Inizialmente mi sono inventato un "asporto speciale" , facevo delle pizze pre-cotte, le mettevo sottovuoto e le portavo a casa delle persone che poi si finiva la cottura passando la pizza 4/5 minuti in forno.

Anche qui si è verificata un'altra occasione in cui ci siamo differenziati dal classico asporto.

Se dovessimo spiegare cos'è la Pizza Gourmet, come la definiremmo?

Alessandro: La pizza gourmet è la ricercatezza del prodotto, dei suoi ingredienti.

Ricerchi la farina di qualità e crei un impasto ad hoc, ricerchi il broccolo buono, la carne del macellaio di zona e crei così un piatto che ha una ricercatezza.

Vedi che il piatto ha una storia.

Parliamo di prezzi. Quanto spende in media una persona che viene da te?

Alessandro: Le nostre pizze vanno da un 7,50€ per la classica margherita fino a 22€ per le pizze speciali.

Il ticket medio per cliente è sui 25€.

Qual è stata l'idea che ti ha permesso di adattarti al mercato del 2020 e continuare a prosperare?

Alessandro: Lavoravamo da circa 12 mesi con il discorso delle "basi pizza", fino a quando durante il lockdown abbiamo lavorato su come mettere insieme l'idea per venderle a livello nazionale.

Siamo stati contattati da un'azienda che ci ha venduto un metodo di conservazione innovativo che ci permetteva di mantenere le basi conservate per almeno 30 giorni e da li siamo partiti con i primi test.

Dopo i primi 3 mesi di lockdown abbiamo riaperto con il locale e lavoravamo su due fronti: sia con il servizio serale e sia con il discorso basi pizza.

Da settembre 2020 siamo partiti con il progetto dello store online, in concomitanza con il lancio di una nostra base speciale chiamata "low carb" , a basso contenuto di carboidrati, molto adatta per diabetici e/o persone che vogliono stare in forma senza farsi mancare una buona e sana pizza.

Siamo partiti dalla semplice base pizza classica fino ad arrivare ad oggi che sul nostro e-commerce abbiamo 9 tipi di basi.

Parliamo un po' dei numeri della tua attività, quanto fattura
la tua azienda ad oggi?

Alessandro: Il ristorante nell'ultimo periodo prima della chiusura, con 50 posti a sedere fatturavamo una media di 30.000€/mese.

Con il nuovo progetto dell'e-commerce, quindi con il locale chiuso, abbiamo superato ampiamente i 30.000€/mese di fatturato e soprattutto abbiamo aumentato anche l'utile perché le spese sono minori.

Qual à la tipologia dei clienti che ordinano dal tuo e-commerce?

Alessandro: Ad oggi non abbiamo solo clienti finali ma anche b2b , circa 30 aziende rivendono le nostre basi presso i propri siti.

I clienti finali che ordinano dallo shop online sono sui 1500.

Parliamo ora del nuovo progetto Scuderi per il 2021

Alessandro: Tra luglio e agosto 2021 apriremo un nuovo locale a Nizza Monferrato da 700 metri quadri.

Dove sarà presente una focacceria, uno shop fisico dove si potranno acquistare le basi (un po' come se entrassi da Foot Locker ad acquistare un paio di scarpe), e al primo piano un locale con 100 posti a sedere.

Mi piace molto questa tua mentalità del "fare" piuttosto che aspettare.
Concludiamo ora parlando un po' della tua esperienza con il nostro operato, come ti sei trovato a lavorare con noi?

Alessandro: Io sono dell'idea che ognuno debba fare il suo. Io sono un pizzaiolo e non un'esperto di marketing o di tutte quelle attività legate ai processi di vendita di cui vi occupate voi.

Il motivo per cui mi sono affidato a voi è stato anche un modo per me per affrontare i miei progetti con una serenità che diversamente non avrei avuto.

Vuoi scoprire come realizziamo processi di vendita per imprenditori che vogliono fatturare di più? Parla con noi candidando la tua azienda qui sotto.

Prenota una Call Gratuita con uno dei nostri Esperti